Come riparare i capelli bruciati

I vostri capelli sono bruciati? Nessun problema, nell’appuntamento odierno abbiamo deciso di proporvi un tutorial dettagliato su come riparare i capelli bruciati. Leggendo ogni singolo passaggio riportato qui sotto avrete degli utili ed efficaci consigli su come si può procedere alla riparazione dei capelli bruciati in tutta semplicità.

Come riparare i capelli bruciati

Quando si nota immediatamente che i capelli sono particolarmente secchi e le punte si rompono con estrema facilità dopo l’uso della piastra e del phon il primo procedimento da mettere in atto consiste nel cambiare lo shampoo. Altamente consigliato acquistarne uno idoneo alla propria chioma in un qualsiasi centro specializzato della propria città. Siccome in questo caso i capelli sono deboli per rinforzarli il più possibile hanno la necessità di proteine. Altra cosa importante se i capelli si sono danneggiati risulta essere il taglio; fare un bel taglio in modo che la chioma possa crescere sana. Alternativamente potete optare solo ed esclusivamente per il taglio delle punte se i capelli sono danneggiati di soli un po’ di cm.

Male che vada i capelli per tenerli sani vanno curati sempre. Anche dopo che si è fatto il taglio che più piace i capelli vanno sempre rinforzati con trattamenti a base di pantenolo e aminoacidi Due elementi di vitale importanza se si ha veramente intenzione di fortificare il più possibile i capelli. Dopo aver fatto accuratamente lo shampoo tra le altre cose è consigliato applicare il balsamo e fare se si può una maschera nutriente per massimo due volte alla settimana.

In conclusione, sconsigliamo l’uso di tinte, decolorazioni e meches in quanto siamo davanti a trattamenti con componenti chimici particolarmente aggressivi. In circolazione ci sono una marea di rimedi naturali per aiutare i propri capelli a riprendersi in maniera corretta. Avete mai pensato di affidarvi ad un miscuglio di aloe vera e olio di oliva? Bisogna  mescolare entrambi gli ingredienti ed applicare il miscuglio creato direttamente sui capelli per un 20-25 minuti e di seguito lavarli. Tra le altre cose nei periodi estivi non bisogna esporsi per troppo tempo al sole, quest’ultimo danneggia i capelli e li fa bruciare. Se seguirete passo per passo i nostri consigli riportati nel tutorial potrete sempre avere capelli forti e sani.

Che prodotti professionali applicare sui capelli bruciati

Per ovviare al problema, il primo passo da compiere è quello di idratare il più possibile i capelli. Non bastano dei prodotti comuni se avete bruciato la chioma: dovete assolutamente evitare l’impiego di strumenti a caldo sulle parti danneggiate, utilizzando un termoprotettore persino durante l’uso dell’asciugacapelli.

Per rigenerare la chioma, effettuate una ristrutturazione in casa: dal parrucchiere esistono diversi servizi appositi, ma occorre pensarci anche da sé, nutrendo i capelli con i prodotti giusti. Il più rinomato per una ricostruzione molecolare è senza dubbio Olaplex, estremamente discusso di recente per la causa vinta contro L’Oréal e da sempre essendo l’unico e solo ricostruttore di ponti disolfuro esistente. In molti non sanno che i legami strutturali dei nostri capelli sono composti dai ponti di zolfo e se la vostra chioma è bruciata, applicare un prodotto simile costituisce la soluzione che vi occorre.

I capelli bruciati si notano subito e anche al tatto sono chiaramente sfibrati e secchi. Applicate Olaplex N°3 prima di ogni shampoo tenendolo in posa mezz’ora o meglio ancora, tutta la notte. Per intensificare l’azione ristrutturante, consigliamo di abbinarvi anche lo shampoo Olaplex N°4 e il balsamo Olaplex N°5.

Se non avete mai sentito parlare di Olaplex, cercate online: troverete tantissimi video di beauty influencer e l’opinione delle celebrities che lo utilizzano in salone per decolorare continuamente senza subire alcun danno, in primo luogo Kim Kardashian.

Scopri tutte le Offerte su Amazon.it - CLICCA QUI